Arte

Promuovere la cultura ludica: è nata la Libera Università del Gioco (LUnGI)

bambini che giocano

La Libera Università del Gioco (LUnGi) è nata da poco più di una settimana dal desiderio di promuovere e diffondere la cultura ludica nel modo più ampio e completo possibile, trattando il gioco non come una mera questione infantile, ma come indicatore della qualità della vita. Sono circa 20 gli appassionati, attivi nel Bolognese e in Romagna, che lo scorso 21 giugno hanno dato vita all’associazione (tra i fondatori, anche l’archeologa Monica Piancastelli, clicca qui per leggere l’intervista). Ciò che li accomuna è l’impegno in attività ludiche in campo educativo o culturale, sia a titolo professionale che di volontariato.

Roberto Farné: il gioco come libertà e responsabilità

L’associazione, che ha sede a Ravenna in via Gioachino Rasponi n. 5, ha eletto presidente il professore dell’Università di Bologna Roberto Farné, docente di “Pedagogia del gioco e dello sport”. Farné ci ha parlato del gioco come di un momento di libertà e responsabilità: un attimo in cui si è liberi e allo stesso tempo responsabili delle proprie azioni. Il gioco è quindi un momento di formazione e di autoformazione.
Se i giochi non mancano nella nostra società e nelle nostre vite, ciò che manca è la “capacità di vedere nel gioco non il mero consumo di tempo, di risorse, di cose, ma le possibilità di dispiegarsi della globalità di esperienze che toccano le dimensioni psicofisica, cognitiva, emotiva, sociale della persona”.

La cultura ludica per combattere le ludopatie

Diffondere la cultura ludica attraverso la Libera Università del Gioco è anche un mezzo per combattere il fenomeno della dipendenza da gioco, o per meglio dire, da certe forme di gioco. I giochi non sono né buoni né cattivi, nessun gioco è quindi favorito o condannato, ma tutti sono approfonditi per aumentare nelle persone la conoscenza e la consapevolezza.

Progetti futuri

La Libera Università del Gioco organizzerà seminari tematici, laboratori, convegni, attività di formazione, pubblicazioni, ricerche e mostre per approfondire tutti gli aspetti del gioco. Il gioco è un fenomeno globale, in cui ci sono aspetti interculturali e multiculturali. I giochi nascono, crescono e muoiono nel tempo e la LUnGi si cura di tramandarne la cultura.

Informazioni sull'autore

Adriana Giombarresi

Adriana Giombarresi

Lettrice vorace di libri (soprattutto di quelli di Camilleri), amo disegnare, sia con matite e colori, sia con il prezioso aiuto di Illustrator e famiglia.

Lascia un commento