Musica

Biglietteria aperta per Ravenna Musica 2017

Teatro Alighieri

Ravenna è una grande città. Bisogna dirlo ogni tanto, perché se stiamo ad ascoltare tutti i lamentoni ne verrebbe fuori che non funzioni nulla, ma non è così. Questa è una città che, almeno dal punto di vista culturale, si dà da fare eccome. Certo, magari punta più su alcuni settori rispetto ad altri, ma comunque si impegna.

Una delle tante iniziative per cui andare fieri della nostra città bizantina è proprio il rinnovarsi, anno dopo anno, dell’intensa programmazione del Teatro Alighieri. Infatti, oltre alla prosa, è possibile assistere a spettacoli di danza, opere, musical e concerti sia di musica classica che moderna.
Voglio parlare in questo caso proprio della stagione musicale, chiamata appunto Ravenna Musica, organizzata dall’Associazione Culturale Angelo Mariani e tenuta all’Alighieri.

Mi sono incuriosito un giorno in cui stavo acquistando un paio di biglietti per Lo Schiaccianoci (Ciajkovskij ha sempre un certo fascino, soprattutto per noi pianisti). Sfogliando il dépliant ho notato due cose: la prima è che la stagione 2017 di Ravenna Musica è piuttosto valida; la seconda è che i prezzi sono veramente variabili.
Se da un certo punto di vista l’abbonamento in platea a prezzo intero costa 190 €, dall’altro lo stesso abbonamento in loggione, per i giovani under 26, costa solo 23 €.

Se per un attimo ci immedesimiamo nel classico stereotipo di studente universitario, cioè sempre al verde, vediamo come effettivamente ci sia l’opportunità concreta di assistere a questi concerti. Essi, quindi, diventano accessibili sia al ricco benestante che allo squattrinato (non che il loggione sia per poracci).

Di seguito il tariffario della stagione 2017 di Ravenna Musica, estratto dal dépliant ufficiale.

Prezzi 2017

I prezzi fissati per la stagione 2017.

I prezzi per i giovani si intendono fino ai 26 anni (potrebbe essere richiesto un documento di identità all’ingresso degli spettacoli).
I nuovi abbonamenti si possono acquistare fino al 2 febbraio 2017.

Programma

Quest’anno continuano ad esserci i nomi di grandi musicisti di fama internazionale che vale la pena andarsi ad ascoltare. Il finale “col botto” è celebrato dai Solisti Veneti, orchestra “leggendaria” accompagnata come sempre dal direttore Claudio Scimone.

Di seguito il programma dei concerti, che inizieranno tutti alle ore 20:30 presso il teatro Alighieri, a Ravenna.

Giovedì  2 febbraio

PRAGUE SINFONIA ORCHESTRA
CHRISTIAN BENDA – direttore
ALEXANDER GADJIEV – pianoforte

F. Mendelssohn – Sogno di una Notte di Mezza Estate –  Scherzo
W. A. Mozart – Concerto in si bem. magg. K 595 n. 27 per pianoforte e orchestra
W. A. Mozart – Ouverture dalla Clemenza di Tito K. 621
W. A. Mozart – Sinfonia in re magg. K. 504 “di Praga” n. 38

Mercoledì 8 febbraio

ORCHESTRA DA CAMERA DI RAVENNA
PAOLO MANETTI  – direttore
ANDREA BACCHETTI  – pianoforte

L. van Beethoven – Egmont , ouverture in fa min. op. 84
L. van Beethoven – Concerto in do magg.  op. 15 n. 1 per pianoforte e orchestra
L. van Beethoven –Sinfonia in do magg. op. 21 n. 1

Giovedì 23 febbraio

FRANZ LISZT CHAMBER ORCHESTRA
ALESSANDRO CARBONARE – clarinetto

M. Haydn  –  Notturno
W. A. Mozart  – Concerto per clarinetto e Orchestra in la magg. K. 622
B. Bartok  – Divertimento per archi
F. Liszt  – Hungarian Rhapsody n. 2

Mercoledì 15 marzo

QUARTETTO DI CREMONA
QUARTETTO GUADAGNINI

D. D. Shostakovich – Quartetto op. 49 n. 1
L. van Beethoven –”Grande Fuga” in si bemolle magg. op. 133
F. Mendelssohn – Ottetto in mi bemolle magg. op. 20

Lunedì 20 marzo

ORCHESTRA DA CAMERA
DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
NICOLA VALENTINI – direttore

L. van Beethoven- Coriolano – Ouverture in do magg. op.62
F. Schubert – Sinfonia in re magg. n. 3 D. 200
W. A. Mozart – Sinfonia in do magg. “Jupiter” K. 551 n. 41

Mercoledì 29 marzo

ALEXEI VOLODIN – pianoforte

F. Chopin – Quattro Ballate
R. Schumann – Etudes Symphoniques op 13

Sabato 8 aprile

ENSEMBLE MUSICA D’OGGI

L. Bacalov – Suite di musiche per il cinema
E. Morricone – Brani dalle colonne sonore del  Mosè e di  Marco Polo.
A. Gentile – Supplica a mia madre
A. Gentile – Ho scritto una canzone
A. Copland – Apalacchian Spring. Suite per Ballet for Martha

Martedì 11 aprile

ALBAN GERHARDT – violoncello
STEPEHN OSBORNE – pianoforte

S. Bach – Suite in  re min. n. 2 per violoncello
L. van Beethoven – Sonata in mi magg. op. 109 n. 30 per pianoforte
L. van Beethoven – Sonata in re magg. op. 102 n. 2 per violoncello e pianoforte
C. Debussy – Sonata per violoncello e pianoforte
J. Brahms – Sonata in mi min. op. 38 per violoncello e pianoforte

Martedì 18 aprile

ENSEMBLE ZEFIRO
ALFREDO BERNARDINI – direttore

W. A. Mozart – Serenata in si bem. magg. “Gran Partita” KV. 361/370 a
W. A. Mozart – Harmoniemusik da “Le nozze di Figaro” (arr. Alfredo Bernardini)

Venerdì 28 aprile

I SOLISTI VENETI
CLAUDIO SCIMONE direttore

“Serata Veneziana”

T. Albinoni – Concerto in re min. op. 9 n. 2 per oboe e archi
A. Vivaldi – Concerto in re magg. RV 93 per mandolino e archi
A. Vivaldi – Concerto in si bemolle magg. RV 501 “La Notte” per fagotto e archi
A. Vivaldi – Dall’opera Terza “L’Estro Armonico”: Concerto in re min. n. 11 per due violini, violoncello e archi
G. Tartini – Concerto in la min. D 113 per violino e archi
B. Dragonetti – Concerto in la magg. per contrabbasso e archi
P. Donaggio – “Lettera” per violoncello e archi (2016 – dedicata a” I Solisti Veneti”
M. Arban – Variazioni sul “Carnevale di Venezia” per tromba e archi

Per ulteriori informazioni si può andare sul sito ufficiale del  Teatro Alighieri o dell’Associazione Musicale Angelo Mariani.

Fonte: angelomariani.org

Informazioni sull'autore

Roberto Turturro

Roberto Turturro

Nerd, musicista, fotografo.
Sono un amante del dettaglio e delle piccole cose.
Ogni tanto mi perdo a fantasticare su un mondo immaginario in cui gli artisti emergenti riescono ad avere il successo che meritano.

Lascia un commento