Musica

Intervista a Ruggero Ricci: tra nuvole e chitarra

Ruggero Ricci

Prosegue la nostra missione per promuovere i nuovi, giovani talenti della nostra zona. Dopo avervi presentato Elia, oggi vogliamo parlarvi di Ruggero Ricci, cantautore ravennate.

Ruggero nasce a Lugo nel 1989 e cresce manifestando già dall’infanzia un fortissimo attaccamento alla musica, ammirando idoli quali Amy Winehouse, Janis Choplin, Billie Holiday e James Brown. Un giorno decide di iniziare a scrivere, per finalizzare le sue passioni in qualcosa di più completo.

Nel 2013 vince il premio Futura al contest “Sanremo Music Awards”, come miglior cantautore dell’anno, inaugurando una fortunata successione di eventi che lo vedranno impegnato in diversi importanti talent, concorsi, festival e concerti (tra i quali l’opening act al live di Michael Bolton a Castel Sant’Elmo, in provincia di Napoli).

Un anno dopo pubblica il suo primo album, “Contrasti”, composto da 11 brani inediti e prodotto e distribuito dall’etichetta discografica indie PMS Studio, promuovendolo poco dopo con un mini-tour promozionale di una settimana a Londra. Recentemente ha pubblicato il suo secondo album, “La forma delle nuvole”, prodotto e distribuito sempre da PMS Studio.

Distratta-Mente, brano estratto dall’album “La forma delle nuvole”.

Attualmente Ruggero Ricci continua a scrivere e a suonare, alternando il lavoro di artista a quello di docente di canto presso una scuola di musica di Cesena.

Lo abbiamo raggiunto per fargli qualche domanda…


Quando hai capito di voler fare l’artista?

«Alle elementari durante la mia prima recita di fine anno, fui chiamato ad interpretare New-york – New-York nella versione di Liza Minelli e non riuscii più a smettere di cantare!»

Qual è il modo migliore per affrontare un talent?

«Sicuramente con tanta consapevolezza: la consapevolezza che senza le conoscenze giuste, se hai la fortuna di entrarci sei solamente parte di una trasmissione che deve fare audience e non musica di qualità.»

La forma delle nuvole (Ruggero Ricci) - copertina del CD.

La forma delle nuvole (Ruggero Ricci) – copertina del CD.

In un brano è più importante la musica oppure il testo?

«Sono importanti entrambi allo stesso modo: senza un testo di spessore lo scopo comunicativo di un autore viene scemando… senza un arrangiamento di qualità puoi avere anche un testo da critica ma arriverà all’ascoltatore con più difficoltà.»

Qual è il processo creativo alla base delle tue canzoni?

«Parto sempre con una melodia in testa che si tramuta in musica e poi successivamente provvedo al testo.»

Che consiglio potresti dare a un fan che vorrebbe seguire le tue orme?

«Mettersi a studiare canto in primis: solo attraverso lo studio si diviene consapevoli delle proprie possibilità vocali. Dopodiché andare a tanti concerti e farsi una cultura musicale legata in primis alla musica d’autore – non può essere un inizio migliore.»

Quali sono i tuoi prossimi passi?

«Scrivere… scrivere, scrivere. Programmare firma-copie del disco e live con la mia band. E già sto guardando all’estate.»


“Contrasti” e “La forma delle nuvole” sono disponibili sia in formato fisico che in streaming e digital download su tutte le principali piattaforme.
Potete seguire Ruggero Ricci su tutti i principali canali social (tra i quali segnaliamo la sua pagina Facebook) oppure sul suo sito ufficiale.

Informazioni sull'autore

Roberto Turturro

Roberto Turturro

Nerd, musicista, fotografo.
Sono un amante del dettaglio e delle piccole cose.
Ogni tanto mi perdo a fantasticare su un mondo immaginario in cui gli artisti emergenti riescono ad avere il successo che meritano.

Lascia un commento