Cinema

I consigli di WeeKra: che film guardare a Natale?

film-natale

Il grande giorno è arrivato: buon Natale da tutto lo staff di WeeKra! Ci siamo scervellati un po’ su quale potesse essere un buon regalo per questa bella giornata da passare con i propri cari.
Abbiamo concluso di darvi, a turno, qualche consiglio su che film guardare oggi tutti insieme, stretti sul divano della nonna. Esiste modo migliore di passare il tempo?
Non vi preoccupate se avete dei gusti un po’ elaborati: in questa lista troverete tutto. Dal classico di Natale alla scelta alternativa, dal film cult al cartone animato.

Pronti? Via!

I consigli di Matteo

film-natale

Botte di Natale

Basta con i classici di Natale

Perché tutti gli anni ripetere il solito flipper tra un film di Natale e l’altro? Se volete passare delle buone feste allora siate originali.

Taron e la pentola magica

Natale, si sa, spesso viene accomunato ai film della Disney, ma perché ricadere sempre sulle solite scelte? Con l’avventura di Taron si può vedere un lungometraggio animato di nicchia e con uno dei cattivi più fighi di sempre.

Dieci piccoli indiani

Ideale per chi vuole isolarsi un po’ dall’euforia natalizia, proprio come i personaggi di Agatha Christie che si ritirano in un luogo staccato dal resto del mondo, senza sapere che vi rimarranno per sempre… tra le varie versioni cinematografiche vi consiglio la miniserie del 2015 diretta da Craig Viveiros.

Botte di Natale

Infine, un film per tutta la famiglia con Bud Spencer e Terence Hill. Certo, non è la miglior pellicola della straordinaria coppia, ma può rivelarsi un trampolino di lancio per iniziare una maratona che vi porterà dalle spiagge di Chi trova un amico trova un tesoro, ai western di Trinità. Vi riprenderete da questo viaggio solo il 2 gennaio con un insana voglia di mangiare fagioli e sfidare un vostro amico a birra e salsiccia. Buon 2018.

I consigli di Adriana

A Natale siamo tutti più buoni!

È bello lasciarsi andare ogni tanto a momenti di tenerezza! Non c’è nulla da vergognarsi! A Natale piace emozionarmi!

film-natale

La carica dei 101

La carica dei 101

Vi piacerebbe ricevere 101 dalmata come regalo? È quello che è successo a Rudy e Anita: Pongo, Peggy e i cuccioli sono tornati a casa dopo una lunga avventura proprio la notte di Natale. Questo classico disney, per me, è un must di tenerezza e allegria.

The family man

“Sveglia andiam, sveglia andiam, non si dorme più!” sulle note di “Jingle Bells”. La vocina di Annie Campbell, la figlia “parallela” di Nicolas Cage, ci ricorda sempre il vero significato del Natale. Lacrimoni!

Miracolo sulla trentaquattresima strada

Babbo Natale esiste veramente e la piccola Susan lo dimostrerà grazie a una banconota da un dollaro! E alla fine riceverà il regalo che tanto desidera: una padre e un fratellino. Per gli eterni bambini come me!

I consigli di Roberto

Canto di Natale di Topolino

Un vero e proprio classico. Non è Natale senza aver guardato la versione Disney del racconto di Charles Dickens, rigorosamente la sera della vigilia. Una storia che ricorda, anno dopo anno, quanto siano importanti la famiglia e la solidarietà rispetto al vile denaro. Già ci sono i fantasmi del passato, del presente e del futuro che, obiettivamente, valgono già da soli tutta la favola; mettiamoci poi dentro tutti i più bei personaggi degli universi di Paperopoli e Topolinia e la magia è fatta.

film-natale

Pierino e il lupo

Pierino e il Lupo

Di solito lo guardavamo prima del Canto di Natale. Sempre di casa Disney, è un adattamento in forma di animazione dell’omonima opera del compositore russo Sergej Prokof’ev, scritta nel 1936. Pierino e il Lupo è una favola per bambini in cui i vari personaggi sono associati ai vari strumenti (per esempio Pierino è rappresentato dagli archi, l’uccellino dal flauto traverso, l’anatra dall’oboe, il nonno dal fagotto, eccetera). Ricorda un po’ Fantasia, un capolavoro che ha sicuramente avvicinato alla musica classica milioni di bambini (e di adulti) in tutto il mondo.

https://www.youtube.com/watch?v=pFuSgGrp5RM

Mamma, ho perso l’aereo

Ammettiamolo: chi, da bambino, non si è mai immedesimato in Kevin McCallister, protagonista di questa sciagurata vicenda? Perché quando siamo piccoli ci capita di arrabbiarci coi nostri genitori quando non ci lasciano fare quello che ci va e magari, almeno una volta, abbiamo fantasticato sull’avere la casa tutta per noi, con la TV a uso esclusivo e una bella pizza al formaggio che non toccherà nessun altro. Un film che insegna alle mamme che bisogna contare sempre due volte prima di uscire di casa per un lungo viaggio, e insegna ai bambini che non devono rompere troppo le scatole ai grandi.

I consigli di Silvia

film-natale

Una poltrona per due

Una poltrona per due

Chi non l’ha visto? Chi non ha notato che praticamente dal 1983 è regolarmente presente nei palinsesti di Natale? Una poltrona per due è diventato un classico intramontabile, qualcosa che va al di là del semplice film a tema natalizio. Difficile non far presente la regia di John Landis, che ci ha regalato anche The Blues Brothers e Animal House (se non li avete visti, provvedete quanto prima!).
La vicenda vede due personaggi a poli opposti della società: Billy Ray Valentine, un mendicante truffatore interpretato da Eddie Murphy, e Louis Winthorpe III, ovvero il grande Dan Aykroyd nei panni di un ricco agente di cambio. Per una cinica scommessa, i ruoli dei due vengono scambiati, dando inizio a una serie di incontri e scontri che ci accompagnano per tutto il film.

Love Actually

Non è una scelta acculturata, lo so. Ma non mi importa. Con rispetto parlando.
Love Actually è un film molto british del 2003 con un cast stellare e mastodontico: la trama del film, infatti, consiste nell’intreccio di tanti personaggi, episodi, storie che confluiscono tutti nella stessa morale: abbiamo tutti bisogno d’amore.
E’ stato seguito da altri film che ne ricalcano il genere, altre commedie romantiche a episodi non altrettanto riuscite.
Una piccola curiosità per quando l’avrete visto (o per chi l’ha già visto): in occasione del Red Nose Day di quest’anno è uscito un piccolo “trailer” del sequel: enjoy!

Nightmare before Christmas

Un po’ di Tim Burton a Natale (o Halloween?) può sempre funzionare. Nel 1993 Henry Selick (Burton l’ha ideato e prodotto) ha diretto un film d’animazione in stop motion che ci è rimasto nel cuore. Qualcuno ne era spaventato a morte, qualcuno sapeva tutte le canzoni a memoria. Io ero tra i secondi.
Seguite Jack Skeletron, il re del paese di Halloween, mentre scopre il Natale e lo porta ai suoi sudditi con tutti i problemi del caso.
Un grande classico da riscoprire quando ce n’è occasione. E quale occasione è migliore di questa giornata speciale?

Informazioni sull'autore

Silvia Rossetti

Silvia Rossetti

Italianista e multitasker. Scrittrice quando c'è tempo, teatrante per divertimento. Forza Tassorosso.

Lascia un commento