Arte

Gourmet: gli insetti al microscopio di Lucia Nanni

Gourmet Lucia Nanni

Lucia Nanni, in arte Bubilda, ama i dettagli, quelli più nascosti, quelli che sfuggono ad uno sguardo distratto. All’inaugurazione del MAG – Magazzeno art gallery, il suo amore per i particolari mi è stato subito chiaro: per incontrare il pubblico presente alla serata Lucia ha scelto lo spazio angusto di un sottoscala, aspettando insieme alla sua macchina da cucire che gli occhi più curiosi incrociassero i suoi. A distanza di tre settimane, la sua personale curata da Giovanni Gardini è dedicata alla bellezza segreta degli insetti.

goumet-lucia nanni- mag

GOURMET, insetti al microscopio

Lucia Nanni ha una grandissima passione per gli insetti – racconta Alessandra Carini del MAG – e le sue opere sono frutto di una approfondita ricerca scientifica. Conosce i nomi scientifici e le caratteristiche di tutti gli insetti che raffigura e, data la sua predilezione per le Daphnie, ne ha portate alcune a fare da “vallette”. In collaborazione con la Casa delle Farfalle, infatti, all’interno del MAG una piccola vaschetta ospita non solo le pulci d’acqua, ma anche l’insetto stecco, modelli inconsapevoli di opere d’arte realizzate con una tecnica rarissima.

 

Cucire opere d’arte

Sono pochissime le persone che padroneggiano la stessa tecnica usata da Lucia. L’artista ravennate cuce i suoi disegni con una macchina da cucire, usandola come fosse un pennello. Non si serve di bozzetti preparatori, ma disegna di getto, a memoria o semplicemente guardando un’immagine. La sua formazione è umanistica, ha studiato filosofia, ma il suo talento è innato e le sue opere, che spesso uniscono sacro e profano, sono la trascrizione dei suoi studi, che vanno dall’entomologia all’agiografia.

 Pappagalli tessuti su cuscino

La scelta dei materiali

I fili colorati che disegnano le sagome degli insetti si stagliano spesso su materiali particolari. Non solo normale tela e tulle, ma anche materiali di recupero, che conservano anch’essi una storia importante. Due delle opere esposte al MAG, infatti, sono state cucite su tele di canapa appartenute all’esercito militare inglese e acquistate nel dopoguerra dai contadini per farne dei sacchi. Oggi risorgono a nuova vita insieme alle farfalle che si sono “appoggiate” su di loro.

Opera realizzato su tela di canapa

Arte ed ecologia, uno sguardo ironico sul mondo

L’attenzione ai materiali e i soggetti scelti lasciano trasparire l’attenzione di Lucia per il tema dell’ecologia. Se le pulci d’acqua, in quando “delicatissimi indicatori biologici che misurano lo stato di purezza delle acque”, invitano a riflettere sull’uomo e sulla sue azioni nei riguardi della natura, la regina Elisabetta che addenta “famelica” una cavalletta ci ricorda l’insostenibilità del modello alimentare occidentale.

Una mostra desiderata

Lucia Nanni si posa insieme ai suoi insetti al MAG dopo averli esposti a Fusignano. L’esposizione, che si è arricchita di nuovi esemplari, è il compimento del desiderio di Alessandra Carini che, già dai tempi di LACRIME – la mostra di Lucia Nanni tenuta presso il Museo Arcivescovile e il Museo Nazionale di Ravenna nel 2016 -, sperava di poter ospitare le opere di Bubilda. La personale è visitabile fino all’8 settembre, dal lunedì al venerdì, dalle 17.00 alle 21.00.

Informazioni sull'autore

Adriana Giombarresi

Adriana Giombarresi

Lettrice vorace di libri (soprattutto di quelli di Camilleri), amo disegnare, sia con matite e colori, sia con il prezioso aiuto di Illustrator e famiglia.

Lascia un commento