Arte

“Il cavaliere di ferro”: Angelo Melandri in vetrina a Marinara

angelo-melandri

Il cavaliere di ferro, mostra dedicata ad Angelo Melandri e promossa dall’associazione culturale La Bella Marina, ha inaugurato il 14 luglio dando nuove sfumature artistiche al porto turistico di Marinara.

Che cos’ha di diverso questa mostra? Le opere di Melandri, artista e artigiano, sono protagoniste di un’esposizione “diffusa”. Diversi locali a Marina di Ravenna, infatti, ospitano un’opera: principalmente i negozi e le attività commerciali di Marinara, oltre ad altre vetrine e altri ristoranti degli immediati dintorni. Le opere in metallo, i dipinti a olio e i disegni esposti raccontano la propria storia da ospiti, in questi piccoli “musei” provvisori.

angelo-melandri

Angelo Melandri

Dal 2014 l’associazione La Bella Marina assegna un riconoscimento ai concittadini che si sono distinti in campo culturale: per l’edizione 2017 è stato deciso di omaggiare Angelo Melandri, scomparso nel 1994.
Melandri nasce proprio a Marina di Ravenna, nel 1921. Da adolescente voleva fare il pittore, ma lo scontro con la realtà del Regime gli impedisce di esprimersi al pieno del suo potenziale. Fu così che, dopo l’esperienza della guerra, in seguito al secondo conflitto mondiale, apre un’officina di carpenteria metallica, diventando artigiano.

L’officina diventa un nuovo punto di partenza per Melandri, quando a trentacinque anni comincia a realizzare alcune sculture con la tecnica dello sbalzo su lastra metallica: un’applicazione piuttosto innovativa per l’epoca, che consisteva nel lavorare il metallo per crearvi delle concavità che risultassero, a lavoro terminato, in un rilievo dal lato opposto della lastra.
Con questi lavori, solitamente su acciaio o rame, Melandri proietterà i traumi della propria vita, le angosce della guerra e un incessante desiderio d’arte.

Lui stesso dichiara, nel 1975: «L’arte non è una trasmissione di immagini, ma una trasmissione di sensazioni, deve comunicare con l’osservatore; se ne esce un dialogo si è fatta l’arte».

angelo-melandri

Il cavaliere di ferro – Angelo Melandri

E’ la sensazione dunque che fa da conduttrice tra l’artista e l’osservatore, in questo caso, della vetrina. Sia essa nelle opere in metallo o nei dipinti e nei disegni, che mantengono lo stile emotivo dei rilievi.
L’omaggio espositivo dell’associazione La Bella Marina si intitola Il cavaliere di ferro proprio in riferimento a una delle sue lastre: l’unione e il contrasto tra il metallo freddo e duro del cavaliere e il corpo femminile che deve proteggere, nudo, fragile, aggrappato al suo paladino.

La mostra si chiuderà il 14 settembre 2017. In occasione della conclusione dell’esposizione, Roberto Papetti coordinerà una serie di laboratori dedicati ai bambini e basati sulle tecniche di Melandri.

Fino ad allora potrete avventurarvi tra le opere, passeggiando vicino al porto, cercando il dialogo che Angelo Melandri vuole proporvi.

Per informazioni: Associazione Culturale La Bella Marina

Foto in copertina: Roberto Turturro

Informazioni sull'autore

Silvia Rossetti

Silvia Rossetti

Italianista e multitasker. Scrittrice quando c'è tempo, teatrante per divertimento. Forza Tassorosso.

Lascia un commento