Teatro

Il rischio che ci salva: intervista a Marco Martinelli

Marco Martinelli

Sono ormai passati mesi da quando Marco Martinelli ed Ermanna Montanari hanno avviato la loro chiamata pubblica, presentandola a tutti i cittadini che volessero partecipare alla loro idea: la prima cantica della Divina Commedia, un grande progetto di rappresentazione dell’Inferno.

Circa 700 cittadini hanno risposto, rendendosi disponibili a diventare attori, organizzatori, tecnici, truccatori, costumisti. Adesso, all’inizio di luglio, le 34 repliche (tante quanto i canti infernali) sono quasi terminate. La “macchina” è più che avviata, i cittadini ci sono stati ogni sera e come spesso ripetono Martinelli e la Montanari a fine spettacolo: «non ci hanno mai tradito». Ci sono stati con il caldo afoso, con la pioggia e perfino con il nubifragio dello scorso 28 giugno, in cui la comprensione e disponibilità di tutti sono state all’altezza della situazione. D’altronde, the show must go on.

Lo spettacolo si è tenuto ogni sera tranne il lunedì, dal 25 maggio al 3 luglio. Uniche eccezioni: il 17 giugno, giorno della prima di Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, presentato al Biografilm Festival di Bologna, e appunto questo 3 luglio, che pur essendo un lunedì vedrà tutti in scena per il gran finale.
Tutte le sere la partenza è alla Tomba del poeta, il corteo prosegue poi fino a Sant’Apollinare Nuovo e raggiunge il Teatro Rasi, con un volto nuovo, sconvolto.

La produzione non si fermerà qui, non si concluderà con un “usciamo a riveder le stelle”. Il progetto del Teatro delle Albe, sostenuto da Ravenna Festival, proseguirà nel 2019 con il Purgatorio e arriverà con il Paradiso al 2021, anniversario fondamentale per la città e il suo affezionato Dante.

Abbiamo incontrato Marco Martinelli al “campo base”, il cortile del Teatro Rasi, il luogo in cui ogni sera i cittadini si ritrovano, si mettono il costume di scena e si preparano per entrare «nella mischia».
Ecco che cosa ci ha raccontato:

Intervista a Marco Martinelli

"Noi sognavamo qualche cosa di bello e di sorprendente".Abbiamo incontrato Marco Martinelli a poche repliche dalla fine di "Inferno" per fare un bilancio del progetto che ha coinvolto circa 700 cittadini.

Pubblicato da WeeKra su Lunedì 3 luglio 2017

 

Per informazioni sui progetti del Teatro delle Albe: www.teatrodellealbe.com

Per informazioni sul programma della 28a edizione del Ravenna Festival: www.ravennafestival.org

 

Informazioni sull'autore

Silvia Rossetti

Silvia Rossetti

Italianista e multitasker. Scrittrice quando c'è tempo, teatrante per divertimento. Forza Tassorosso.

Lascia un commento