Arte

Ancora pochi giorni per Critica in Arte 2016

Sabato 19 novembre si è tenuta l’inaugurazione della rassegna Critica in Arte 2016 al Museo d’arte di Ravenna. In questa nuova edizione del progetto, che si propone di dar spazio alle espressioni artistiche delle nuove generazioni, sono state presentate le opere di Cristiano Tassinari, Enrico Tealdi e del gruppo CaCO3, curate rispettivamente da Roberta Pagani, Davide Caroli e Daniele Torcellini. A ogni artista sono dedicate due sale che, attraverso allestimenti originali, offrono una visione a tutto tondo del loro bagaglio tecnico-artistico.

installazione-tassinariLa mostra si apre con Cristiano Tassinari e il suo progetto 55m2 it’s our home, un gruppo di installazioni ispirate sia dal presente che dal futuro. Lo spunto iniziale giunge dall’arredamento Ikea che ha creato un design domestico unico in tutto il mondo. A questa idea si abbinano simboli del passato: nell’opera Africanella recupera un logo di epoca fascista riutilizzandolo tramite un neon. Immagini e ready-made dal gusto minimalista e non sempre facili da cogliere.

Si passa poi a Enrico Tealdi con due serie di dipinti. Con le Batee l’autore cerca di scandagliare l’esistenza, i suoi quadri sembrano quasi ricoperti da uno strato di polvere o di fango e sono in effetti il risultato di un lavoro lungo fatto di molteplici passaggi. Molto efficace la serie Mirrors, un folto gruppo di quadretti raccolti su un’unica mirrors-di-tealdiparete, quasi ammassati, e inseriti dentro a preziose cornici. I soggetti dipinti sono velati da un vetro, ricoperto da uno strato nero che pare fuliggine che crea anche qui la concreta sensazione dello scorrere del tempo. Solo avvicinandosi si possono cogliere al meglio gli oggetti raffigurati, riportando alla luce ciò che il tempo (l’artista) ha nascosto.

Infine tocca al trio CaCO3 (composto da Âniko Ferreira da Silva, Giuseppe Donnaloia e Pavlos Mavromatidis) che presenta i suoi mosaici in due spazi ideali. Nel primo caso si tratta del laboratorio degli artisti, con un tavolo pieno di strumenti e materiali pronti da utilizzare, dove i lavori sono stati creati. Nella seconda stanza dedicata (nonché l’ultima della mostra), i quadri musivi sono appesi in un soggiorno di lusso. Proprio qui i lavori di CaCO3 raggiungono il loro mosaico di CaCO3.apice. Le luci basse della stanza consentono ai mosaici di mostrare tutta la propria luminosità. Da notare anche qui l’intenso lavoro: i tasselli sono intagliati e disposti singolarmente. I diversi materiali (calcare, vetri colorati o con foglia d’oro) regalano più forme espressive.

Critica in Arte 2016 continua fino all’8 gennaio 2017. L’ingresso è gratuito.

Per ulteriori informazioni sulla mostra:
http://www.mar.ra.it/ita/Mostra/Critica-in-Arte-2016

Informazioni sull'autore

Matteo Pezzani

Matteo Pezzani

Scrittore, storico, blogger, giornalista, buffone di corte ecc..

Lascia un commento